Things of today _ Come ti cambio il muro _

Pensiero richiesto dalla mia amica Silvia (detta Sibbi’). Silvia, come molte noi ‘anzianotte’, sta mettendo su casa e l’altro giorno mi chiede un parere su degli stencil da parete!

Silvia sei sicura? Cioe’ non e’ che mi stai chiedendo giusto una cosina…io ora ti cerco il mondo! Ed eccoci alla resa dei conti. Prima cerchiamo di capire meglio il “perche'”e il “per come” di questa tendenza…

Il principio_”Per raccontare la storia degli adesivi da muro dobbiamo tornare al 20° secolo. Fu allora che gli adesivi cominciarono ad essere usati in quantità davvero industriali, l’avvento delle industrie automobilistiche e di velivoli vide l’uso estensivo di decalcomanie per decorare veicoli o renderli comunque identificabili. Il salto da decalcomanie per veicoli ad adesivi decorativi accadde per due ragioni: in primo luogo, come vedremo, gli artisti di strada hanno cominciato ad usare gli sticker come stencil murali, così è stata solo una questione di tempo prima che i progettisti assumessero questa forma d’arte per la decorazione d’interni, in secondo luogo i progressi nella tecnologia hanno fatto sì che il vinile diventasse un materiale ideale per la produzione di adesivi decorativi murali per la sua facile applicabilità ed eventuale rimozione quando necessario.  Stickers muro o autoadesivi decorativi o stencil murali o adesivi da muro o adesivi da parete, (vengono chiamati in molti modi) sono stati probabilmente utilizzati per la prima volta nella prima metà del 18° secolo nella fabbrica Wedgwood in Inghilterra per decorare porcellane per mezzo di trasferimenti su ceramica.”

Adesivi come forma d’arte _“Nel 1970 un gruppo di giovani artisti di New York ha deciso di rendere le strade la loro galleria. Il loro scopo era quello di fornire un’alternativa al mercato dell’arte sempre più esclusivo di SoHo, Manhattan. L’arte doveva diventare accessibile e conveniente. Con i primi anni ’80 il mondo dell’arte convenzionale ha iniziato ad abbracciare questa evoluzione. Nel 1980, un gruppo di artisti NewYorkesi che operano sotto lo pseudonimo Avant ha iniziato a contestare il consumismo dei pannelli pubblicitari per le strade della città. Fino ad allora, l’arte di strada era stata fatta per strada. Avant ha cominciato a produrre arte con acrilico su carta e a bombardare muri, pensiline, facciate di negozi e finestre. Sono andati al di là dei graffiti, la loro arte è stata prodotta in studio e poi intonacata in tutta la città. Hanno prodotto migliaia di opere, adottando le tattiche di distribuzione di massa delle agenzie pubblicitarie commerciali. Erano un movimento di guerriglia artistica che bonificava le strade esteticamente.”

“La sticker art è diventata una sotto-forma di graffiti, non faceva danni alle superfici, c’era meno rischio di arresto e poteva essere applicata ovunque.  Gli artisti dello sticker furono i primi ad usare etichette di carta con motivi disegnati a mano, appena ha cominciato a prendere piede l’avvento del utilizzo di massa del computer, l’artista riesce a riprodurre migliaia di stickers rapidamente. In questo periodo molti artisti cominciarono a usare il vinile piuttosto che la carta per i loro adesivi murali. Il vinile era impermeabile, resistente al sole e permanente. Il più delle volte l’artista dell’adesivo murale vorrebbe fare una dichiarazione politica, commentare una questione sociale o compromettere una campagna pubblicitaria. “

avant

“I progressi tecnologici nella produzione di vinile autoadesivo hanno reso possibile agli artisti di strada di sperimentare quel materiale come stencil murale. Il padrino di questa forma di graffiti è Blek le Rat, Gli adesivi da parete come stencil murali sono diventati velocemente popolari oltre la Manica dove il controverso artista inglese Banksy ha iniziato a dimostrare la sua arte con commenti sociali provocatori.”

banksy-art-work

Fino alle carte da parati_” Sarebbe stata solo una questione di tempo prima che gli adesivi da muro si spostassero dalle strade agli interni delle case di moda. Attaccare un disegno su un muro non è esattamente un fenomeno nuovo, a partire dalla metà del 19° secolo la carta da parati è stato prodotta in serie e resa facilmente accessibile.William Morris, artista inglese del XIX secolo, probabilmente ha fatto più di chiunque altro per divulgare questa forma di interior design” (via evergreenorange)

Infine vinile_ Sicuro al 100%, non tossico ci permette oggi di decorare qualsiasi superficie. Negli ultimi anni c’e stato un vero e proprio boom di adesivi da muro.  In modo semplice possiamo vestire le nostre pareti: dai temi naturali alle scritte e citazioni, dagli astratti passando attraverso patterns, trends. Disponibili in una vasta gamma di colori e facilissimi da applicare. Durano a lungo, si puliscono facilmente e sono rimovibili. Meglio di cosi!

Ecco una selezione per Silvia (naturalmente qui ci sono quelli di tendenza o che mi hanno colpito) ma da qui e da questi indirizzi hai, e avrete, di che divertirvi. Giusto che sappiate che a Milano (sicuramente) ma anche altrove, esistono stamperie che possono stampare su questa superficie adesiva qualsiasi vostro elaborato, scritta e pensiero. (cosi sara’ uno stencil solo vostro!)

wallstencil

1| 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | | 8 | 9  | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |17|

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...