Color addict _ Radiant Orchid _

Vediamo quindi questo misterioso e nuovo colore per il 2014.

radiant orchid

Fa parte della gamma del viola. In origine il viola era un colore molto costoso da produrre. Secondo l’affascinante libro “Il malva di Perkin” di Simon Garfield, era necessario schiacciare migliaia di molluschi, conservarli sotto sale per tre giorni e poi bollirli per dieci giorni per ottenere una tintura appena sufficiente per un abito. Come e’ noto i colori si ottenevano grazie a coloranti vegetali ottenuti dalle piante, coloranti animali, ottenuti ad esempio dai molluschi, o da minerali. Perkin (chimico vissuto a cavallo tra il 1800 e gli inizi del 1900) fu il primo ad estrarre e riuscire a produrre queste tonalita’. Inizialmente Perkin uso’ il nome commerciale Tyrian purple (porpora di Tiro) e Aniline purple (viola anilina), ma all’inizio del 1859 gli osservatori della moda del Regno Unito gli danno un nome nuovo, più duraturo e più alla moda cioè il francese mauve (malva) un termine che assicurava una connessione francese al suo prodotto e quindi un collegamento al mondo della moda. Quando Perkin pubblicherà la formula chimica e le proprietà del colorante nel 1863, gli darà un nome più consono con la terminologia chimica, mauveineLa scoperta della mauveine ebbe grande influenza nel mondo della moda, dell’industria chimica e dei brevetti. Gli anni 60 dell’Ottocento divennero noti come il “decennio del malva” dopo che la regina Victoria indossò un abito di questo colore per il matrimonio di sua figlia, la principessa Victoria, nel 1858. La regina aveva visitato Parigi dove l’imperatrice francese (la donna più influente del momento nel campo della moda) le aveva fatto conoscere il colore scoperto da Perkin.

Non sorprende quindi che il viola sia spesso associato ad idee di ricchezza, regalita’ e stravaganza. Ma c’e anche un lato spirituale, infatti il viola e’ diventato il colore delle vesti ecclesiastiche.

Il viola con tutte le sue sfumature oggi e’ un colore molto popolare e tra i preferiti di molte donne. La preferenza puo’ essere dovuta al fatto che questa cromia unisce la grinta del rosso alla tranquillita’ del blu. Data la presenza del rosso alcuni viola tendono al fuxia, quindi sono piu’ brillanti ed energici, allegri ed invitanti. I violetti e i lavanda hanno invece una connotazione romantica e nostalgica.

Ma vediamo questo colore e la sua gamma come si declina nelle nostre case.

NON DIMENTICHIAMO MAI  che l’importante e’ usare COLORI ADATTI A VOI.

In arredamento i viola possono risultare molto teatrali e sensuali. Io trovo siano un po’ come una spezia: in piccole dosi aggiunge quel gusto particolare, ma in quantita’ eccessive diventa insopportabile.

13

Combinazioni delicate di mezzi toni per creare un’atmosfera gradevole. Senza dubbio alcune tonalita’ aiutano a valorizzare il nostro Radiant e la sua gamma, senza stancare l’occhio e risultare oppressivo. Le tonalita’ neutre si sposano perfettamente perche’ riscaldano la stanza e  attenuano l’intensita’ del colore principale. Allo stesso modo le gamme dei grigi creano una tavolozza elegante e rilassante.

Fonti delle immagini:

http://www.stylizimo.com/

http://www.menossifotografo.com/

42

Ricordiamo inoltre che il giallo e’ il colore complementare del viola.  Utilizzare i colori complementari accoppiati e’ quasi sempre una scelta felice e vincente. Solo un appunto: il giallo e’ molto piu’ forte e vivace rispetto al viola, quindi se vogliamo ottenere un effetto buono e non stravolgente possiamo utilizzare il viola in percentuale maggiore rispetto al giallo. (come nelle foto sopra). Colori freddi e caldi si completano a vicenda.

Fonti delle immagini:

http://candanasydney.blogspot.com.au/

http://www.mauricekain.com/

L’ideale, come spesso accade, e’ osare con certe tonalita’, ad esempio per complementi d’arredo. Mi e’ piaciuto molto questo moodboard di Nordidesign e ho pensato di riproporvelo. Sotto trovate le specifiche di ogni oggetto.

5

1_Tablo table, small, Norman Copenhagen;  2_ Match tea light holder, Muuto;  3_ Mella Lamp, Kahler;  4_ Espresso Cup, Royal Copenhagen;  5_ Notes booklet, HAY; 6_ Fabric cord, Rie Elise Larsen; 7_ Puzzle cushion HAY;  8_ Mano cup, Kahler; 9_ Aalto vase, Ittala;  10_ Kvilt chair, Garsnas;  11_ Baby polygon quilt, HAY;  12_Kvilt pouf, Garsnas;  13_ Elevated Vase, Muuto;  14_ Tati console, Asplund;  15_Pillow, Christina Lundsteen;  16_ Candleholder, BoConcept;  17_ E27 pendant, Muuto;  18_ Geo Vacuum jug, Norman Copenhagen

Se vi  piace questo colore  sperimentate ed osate!

_Spesso un colore non “fa parte di noi” perche’ andrebbe semplicemente accostato alle nostre tinte preferite, per farci   sentire a casa.

_Piccoli pezzi, stoffe, complementi d’arredo possono aiutarci a cambiare la nostra casa e rinnovarla.

_Non c’e bisogno di esagerare perche’ un colore “funzioni”.

_E’ un colore delicato e rilassante quindi molto adatto per esempio nelle camere da letto, un po’ meno negli spazi di  lavoro perche’ spinge a sognare ad occhi aperti.

_Queste tonalita’sono molto amate dai bambini. Le bambine non ne hanno mai abbastanza!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...